La RC professionale è la copertura assicurativa per tutti i soggetti iscritti ad un albo. La sua importanza consiste nel fatto che senza di essa non è possibile esercitare alcune professioni. Si tratta in sostanza di una polizza assicurativa che tutela da eventuali danni causati nell’esercizio della propria professione. Questa copre in sostanza le richieste di risarcimento che dovessero pervenire in caso di negligenza. Questo tipo di soluzione è consigliata per chiunque svolga un’attività che possa arrecare danno agli altri ed è obbligatoria per legge dal 2013 per i professionisti iscritti negli albi di qualsiasi professione regolamentata. Ecco una breve guida in merito a questo strumento assicurativo. Nel dettaglio prendiamo in esame le diverse professioni per le quali risulta essere obbligatoria per legge e come funziona l’assicurazione rc professionale.

Cos’è l’assicurazione professionale?

L’assicurazione rc professionale è una polizza assicurativa che copre alcune categorie di lavoratori da eventuali problemi derivanti dall’espletamento della propria attività lavorativa. Questa è obbligatoria per tutti i professionisti che esercitano il proprio lavoro e hanno una clientela attiva. Dunque chi si trova in questa situazione deve stipulare una polizza assicurativa individuale o collettiva. Infatti, molti ordini professionali offrono ai propri iscritti la possibilità di sottoscrivere assicurazioni collettive che consentono di ottenere un notevole risparmio.

Rc professionale come funziona?

Il funzionamento di questa polizza è identico a quello di ogni altro tipo di assicurazione. Infatti, in caso di danni arrecati, chi stipula questo contratto è coperto dalla compagnia con la quale è assicurato che si prende in carico di pagare gli eventuali danni. Ma generalmente non tutti i rischi sono compresi nella copertura. Quelli principali che vengono contemplati in questa tipologia di polizza sono tre. La prima è la negligenza ovvero quegli errori che sono causati da disattenzione o trascuratezza. La seconda è l’imperizia quando si svolgono certe attività senza avere le specifiche competenze tecniche. Infine l’imprudenza ovvero quando si esercita la professione in modo impulsivo e poco prudente. Inoltre si deve ricordare che la polizza copre tre diversi gradi di gravità.

Cosa copre l’assicurazione professionale?

Le assicurazioni professionali servono per proteggere il lavoratore da diverse tipologie di danni. L’obbligo della stipula di questo tipo di polizze ha origine dall’esigenza di assicurare la capacità del professionista di risarcire il danno procurato. Quindi in sostanza copre tutte le responsabilità civili che sono previste per legge fino ad un massimale fissato in base alla tipologia di danno. Protegge da eventuali danni patrimoniali e di responsabilità civile contrattuale. Anche per quanto riguarda la violazione della privacy l’assicurato è coperto sia per colpa grave che lieve. Inoltre anche quelle colpe che possono essere ricondotte all’operato di collaboratori e dipendenti sono incluse. Un aspetto da sottolineare riguarda il fatto che essendo delle polizze assicurative obbligatorie vengono eseguiti dei controlli periodici da parte dei diversi ordini professionali.

Assicurazione rc professionale: caratteristiche principali

Quando si attiva una polizza assicurativa professionale ci sono alcuni aspetti ai quali si deve prestare particolare attenzione. Infatti non tutte le polizze sono uguali. Prima di prendere una decisione è consigliabile valutare i diversi parametri. Quella ideale deve essere modulata e articolata secondo le esigenze e i rischi professionali di chi la sottoscrive. L’aspetto tra i più importanti da considerare è senza alcun dubbio quello riferito al massimale. Si tratta appunto della somma massima che l’assicurazione può corrispondere per coprire un danno provocato durante l’esercizio della professione. Molto importante è anche la franchigia. Questa è la cifra al di sotto della quale il professionista deve pagare personalmente i danni causati. Un altro aspetto fondamentale delle assicurazioni professionali è il fatto che la loro validità è retroattiva, ovvero coprono anche i danni causati nel periodo precedente all’attivazione. Infine c’è anche la garanzia postuma che copre i danni causati dopo la chiusura della polizza.

Le professioni per cui è obbligatoria l’assicurazione rc professionale

A partire dal 15 agosto del 2013 è obbligatorio per tutti i professionisti iscritti ad un ordine o albo sottoscrivere un’assicurazione di responsabilità civile professionale. Gli estremi di questa polizza e le eventuali variazioni devono essere comunicate al cliente e all’ordine al quale si fa riferimento. Il professionista non può assumere un incarico dal cliente fino a che non viene attivata la copertura assicurativa. I destinatari di questa particolare tipologia di polizza possono essere racchiuse in tre categorie.

Queste sono:

  • tecnica
  • medico sanitaria
  • economico giuridica.

Assicurazione professionale commercialista

Il commercialista è un professionista esperto di materie tecniche e matematiche, con ottime conoscenze di diversi aspetti. Si tratta appunto della ragioneria, della contabilità, del fisco, del diritto commerciale, del diritto tributario e infine di quello del lavoro. L’attività svolta consiste nel servizio e consulenza ai privati per quanto concerne la tenuta della contabilità, con l’esecuzione della dichiarazione dei redditi e con la risoluzione di questioni riferite all’eredità e al patrimonio. Per poter svolgere questa professione è necessario aver conseguito una laurea magistrale o specialistica in economia e commercio. Inoltre si devono svolgere tre anni di praticantato presso lo studio di un commercialista iscritto all’albo per poter l’esame di abilitazione alla professione. Il commercialista assume degli obblighi nei confronti del cliente e per questo è opportuno tutelarsi dai danni che si potrebbero arrecare.

L’ assicurazione professionale per gliingegneri

Per quanto concerne l’assicurazione rc professionale ingegneri deve essere sottoscritta solo da chi esercita effettivamente l’attività di libero professionista. L’obbligo della stipula del contratto assicurativo vale anche per le società tra professionisti. Quindi nel momento in cui un professionista che svolge appunto questo tipo di lavoro assume un incarico deve avere una polizza assicurativa attiva e il cliente deve essere informato riguardo il massimale e quali rischi sono coperti e quali invece no. Infine lo stesso discorso vale anche per la franchigia.

RC professionale medica: una professione ad alto rischio

Una delle professioni per le quali è obbligatori per legge sottoscrivere una polizza assicurativa è quella del medico. Questa tutela l’assicurato da tutti i possibili rischi connessi con le propri normali attività lavorative. Una delle maggiori novità introdotte ultimamente riguardo l’assicurazione rc medici è il fatto che ogni struttura sanitaria è obbligata a dotarsi di una polizza professionale.

L’assicurazione obbligatoria per gli avvocati

Per tutto il periodo in cui un avvocato risulta iscritto all’albo professione è tenuto ad avere una polizza assicurativa. In questo modo è coperto in caso di danni provocati nell’esercizio professionale. Nel dettaglio comprende la tutela in caso di fatti colposi o dolosi commessi da collaboratori e il ritardo o l’omesso deposito di atti. Inoltre si riferisce anche alla nullità degli atti processuali e anche alla responsabilità per la sottrazione o perdita di documenti, denaro titoli o valori ricevuti dal cliente.

Assicurazione rc professionale architetti

Secondo quanto stabilito dalla Riforma delle professioni contenuta nel DPR 137/2012 anche chi esercita la professione di architetto deve sottoscrivere una polizza assicurativa. Quindi un architetto quando prende in carico un progetto deve per legge avere una rc professionale architetti. Sono infatti moltissimi i rischi che si corrono in questa tipologia di lavoro.

Come chiedere il risarcimento e quando non viene corrisposto

Per poter procedere alla richiesta di una polizza professionisti si deve essere in possesso della partita iva e inoltre di deve essere iscritti al proprio albo professionale. Oltre a questo si devono presentare i documenti personali e quanto richiesto dalle varie compagnie assicurative. Nel caso della stipula dell’assicurazione di tipo individuale ci si può rivolgere direttamente alla compagnia scelta. Mentre nel caso di quella collettiva si suggerisce di rivolgersi al proprio sindacato o ad un’associazione professionale.

Il contratto che viene sottoscritto riporta tutti i vari rischi coperti ed esclusi dalla polizza professionale in oggetto. Quindi in generale le assicurazioni che propongono franchigie più economiche coprono solo il primo e secondo grado di colpa. Non si deve dimenticare inoltre il fatto che la copertura prevede un massimale al di sopra del quale è il cliente a dover pagare.

Assicurazione rc professionale: i costi

Chi si trova nella necessità di stipulare una polizza professionisti la prima cosa alla quale guarda è senza dubbio il costo annuo che deve sostenere per la stipula della copertura. Il costo del premio varia a seconda del tipo di professione svolta. Inoltre influisce in maniera determinante anche la compagnia con la quale si intende sottoscrivere l’assicurazione professionale. Non sempre le polizze più economiche sono le più vantaggiose. Infatti alcuni lavori sono esposti a maggiori rischi. Quindi per medici ed ingeneri ad esempio il costo annuo è piuttosto alto. Altro aspetto da considerare riguarda il fatto che è possibile stipulare due tipologie di assicurazione professionale. Si può infatti sottoscrivere una polizza in forma individuale o collettiva. Queste vengono stipulate in convenzione con gli ordini professionali e hanno generalmente dei costi notevolmente inferiori e condizioni più vantaggiose per l’assicurato.

Come scegliere la migliore?

Per poter trovare la polizza assicurativa più conveniente il suggerimento è quello di rivolgersi presso il proprio ordine professionale per ottenere informazioni riguardo alla possibilità di sottoscrivere una polizza assicurativa collettiva. In questo modo si ha accesso a condizioni agevolate che consentono di ottenere un risparmio notevole sui costi annuali da dover sostenere. In alternativa è possibile optare per una soluzione individuale. In questo caso si consiglia di utilizzare uno dei numerosi strumenti presenti online che mettono a confronto tra loro i diversi preventivi delle compagnie assicurative.

In Italia come si è visto ci sono professioni che per legge sono obbligate a sottoscrivere polizze assicurative per la responsabilità civile. Infatti chi svolge questo tipo di lavori è esposto a molteplici rischi. Gli ordini professionali hanno così stipulato convenzioni con le principali compagnie di assicurazione in modo da consentire ai propri iscritti l’accesso a condizioni vantaggiose. Per ottenere maggiori informazioni al riguardo si invita a contattare Volpe Assicurazioni.